Pagine Letterarie

Pagine Letterarie
(foto ap)

giovedì 29 dicembre 2016

Il nuovo che ci sorprende

di Giovanna Vannini
(L’attesa del nuovo anno: l’incantesimo del vecchio che si conclude e del nuovo che nasce. Come ci coglie?)

C’è tristezza nell’anno che lascia, aspettativa nell’anno che si affaccia. Due stati d’animo che in me si mescolano, danno vita a un magone, mi mettono un desiderio di sonno che vorrei mi conducesse almeno fino al tramonto del primo gennaio.
E' dal tempo dell’infanzia che questo sentire a scadenza annuale si manifesta, e immagini precise mi rimandano a molti capodanni così trascorsi. 
Avrei voluto, vorrei, fare qualcosa di speciale, spazzare l’incantesimo del vecchio e del nuovo che si coalizzano in peso. Nel nulla va ogni fine a finire, mi rintano, aspetto l’ora fatidica, come un qualcosa che per forza deve passare, il vecchio mi addormenta, il nuovo mi trova medesima. Ho bisogno che le giornate tornino lunghe, che la luce sia padrona, che un poco di ottimismo mi sfiori. 

Nessun commento:

Posta un commento