Pagine Letterarie

Pagine Letterarie
(foto ap)

sabato 1 luglio 2017

Stragi: troppo e nulla

Le tante ipotesi sulle stragi rappresentano alla fine una negazione della verità

di Marina Zinzani
(Commento a Ricordare Ustica, PL, 29/6/17; Non solo Ustica, PL, 30/6/17)

Ci sono molte verità sulla strage di Ustica: troppe. Ci sono molte verità da tanti anni, in questo Paese. Troppe verità sulle stragi. Forse è un Paese in cui si parla troppo per non dire nulla. Troppo e nulla: che strano contrasto.
Bisognerebbe spiegarlo a quelle persone che hanno preso quel volo per Ustica: la loro morte rimarrà sempre avvolta nel mistero, migliaia di carte, infinite quantità di denaro, anni, tanti anni trascorsi. Sostanzialmente nulla per loro, per la loro memoria, perché è di memoria che si parla. Ricordate quel corpicino di bambino che galleggiava sull’acqua?
La verità nascosta dietro a tante verità, una confusione da far male alla testa, un copione triste, che ha sempre funzionato però. Non si è mai arrivati alla giustizia.
Troppo e nulla: troppo dolore, quello non passa mai, il tempo lenisce appena, ma tante vite si sono spente quel giorno, e non solo quelle del volo, anche quelle di familiari, vita cambiata per sempre, diventata buia, sopravvivenza. E poi il nulla delle risposte, e noi non sappiamo se credere ancora alla giustizia, in questo Paese.

Nessun commento:

Posta un commento