Pagine Letterarie

Pagine Letterarie
(foto ap)

giovedì 8 marzo 2018

La forza delle donne

Donna alla finestra, 1925, di S. Dalì
L’8 marzo dopo il movimento MeToo, la rivolta contro le violenze. Anche quelle nascoste e taciute

di Marina Zinzani

Mi hai rotto le ossa, spaccato i denti, spezzato il cuore. O forse no, mi hai solo offeso. Ma io sono qui, ora. Io non mollo. Vado dal parrucchiere e divento bella oggi, trucco il mio viso, compro un profumo, faccio una passeggiata, mi fermo al bar con un’amica, prendo un tè e dei pasticcini. Poi vado in libreria e cerco, cerco, finché un libro mi sussurra qualcosa, e quello diventa mio amico in questi giorni, poi guardo qualche vetrina, curerò di più il mio aspetto, donna giovane sono, lo sono dentro, e qualche ritocco di colore ci vuole, un foulard rosso o arancio, mi nutrirò del verde, e berrò tanta acqua.
Berrò tanta acqua per idratare la pelle, per fare scorrere il sangue via, via, non ci sarà più traccia delle ferite. Mi nutrirò di quadri, di musica, e mi farò grandi risate. La luna mi parla, anche il sole mi riscalda, l’erba accarezza i miei piedi, e perfino le stelle mi sussurrano di notte. Vita mia, io sono viva. Peccato per te che non lo sei.

Nessun commento:

Posta un commento